Io e il mio kindle. Recensione.

La verità: io amo le cosine tecnologiche, ma avevo detto, come tanti, o tutti i lettori, che non avrei mai sostituito il cartaceo. E, invece, no. L’ho, almeno parzialmente, sostituito, e vi dirò, non me ne pento affatto.

Scrivo questo post proprio oggi, perchè sono usciti in Italia i nuovi Kindle papernonsochecosa. Ecco, io il mio l’ho comprato circa due mesi fa (Kindle touch wireless) e non mi rode nemmeno un po’ che, a distanza di soli due mesi dal mio acquisto, siano usciti i nuovi, perchè il mio come peso, spessore, visualizzazione di pagina è già perfetto così, e non avrei assolutamente voglia di sostituirlo, quindi perché rosicare? Da parte della casa produttrice è normale lanciare qualcosa di nuovo, ma un e-book reader, per come lo vivo io, è un oggetto tecnologico sui generis, in quanto non deve essere aggiornato continuamente, ma serve solo per il compito per cui è nato, cioè leggere (non so se ho espresso bene ciò che volevo dire).

Comunque per quanto riguarda i vantaggi della lettura digitale io ne ho trovati diversi e, quindi, rifarei decisamente l’acquisto:

1. Il PREZZO, 129 euro, per un dispositivo che conto di tenere anni non mi sembra una spesa eccessiva.

2. La COMODITÁ, questo per me è il vantaggio più grande. Per una come me abituata ad uscire sempre con un libro in borsa (una sorta di amuleto che mi dà sicurezza) cosa c’è di più comodo di portarsi dietro più libri, ma senza peso? Niente. Io, poi, quando vado in viaggio porto sempre dietro più di un libro, anche se devo stare fuori, 2 giorni, -.-‘, e non so mai dove metterli, oppure mi porto nella borsa un peso così eccessivo che arrivata a destinazione sono stanchissima, altre volte mi è capitato, invece, di rinunciare a più libri, per poi scoprire che era proprio quello che avevo lasciato a casa che volevo leggere (sì, sono pazza). Ora, invece, questo problema non esisterà più. :-))))

3. Il RISPARMIO, è vero si spende 129 euro per l’investimento iniziale, se vogliamo chiamarlo così, ma poi si ammortizza, in quanto gli e-book costano di meno rispetto alle loro versioni cartacee e, in più, spesso ci sono offerte. É anche vero che le offerte ci sono anche nelle librerie o online, ma io abito in un  paese privo di una vera e propria libreria (l’unica che c’è vende per lo più solo best-seller), e anche in un paese in cui quando acquisti online alla consegna devi sempre litigare al telefono con lo spedizioniere perchè non vuole portarti il pacco fino a casa perchè ci sono le scale, -.-‘, quindi con il mio kindle non solo posso comprare libri a poco prezzo, ma posso accedere ad essi all’istante!
Ogni giorno mi viene, poi,  mandata una mail con l’offerta del giorno, ossia un libro a 0,99 euro e tra questi a volte ho trovato libri presenti nella mia wishlist. 🙂

Questi secondo me sono i 3 più grandi vantaggi.

Ho letto da più parti recensioni negative sul fatto che i libri che compri su amazon hanno un formato particolare, che non consente che essi siano letti su altri lettori. Onestamente a me questa cosa, fino ad ora, non mi è pesata, visto che i libri che compro sul kindle li voglio leggere sul kindle (forse perchè io non ho altri tablet o e-book reader, boh) e da nessun altra parte. Per quanto riguarda il contrario, cioè leggere file non presi dal kindle o semplicemente pdf io li converto grazie ad un programma che si chiama calibre che me li trasferisce, leggibilissimi, su di esso. Quindi, almeno per il momento, questo che dovrebbe essere l’aspetto negativo del mio dispositivo, come ho già detto, non mi pesa affatto.

Ovviamente ci sarà qualcuno che potrà ancora obiettare la conversione alla lettura digitale dicendo che con l’e-book reader si perde la vera bellezza della lettura, l’approccio all’oggetto libro in sé. Bhè, anche io sono una che quando apre un libro per prima cosa lo annusa, poi sfoglia pian piano le pagine, legge il retro-copertina, sceglie il segnalibro, etc. etc., ma comprarsi un e-book reader non significa che non compreremo mai più un libro cartaceo, o che non perderemo ore solo a vagare senza meta in una libreria, ma semplicemente che abbiamo sia il lato positivo del cartaceo, che quello del digitale. E, poi, esiste un lettore che non ha in giacenza sul suo comodino un cumulo di libri comprati chissà da quanto e che non ha ancora letto? Mmm, secondo me no, e se è così, non è un vero lettore,:P
Io per il momento ho deciso che in inverno spulcerò tra le mie giacenze sul comodino, così smaltisco i libri che non ho ancora letto e risparmio anche qualche soldino, visto che spendo sempre più di quello che dovrei, comprando più libri di quanti umanamente io ne possa leggere in una stagione, e in estate, che sono sempre in giro, tra negozio e spiaggia, leggo i miei nuovi amici e-book, 😀

Comunque vada, leggete!!!!

PS. Per chi non crede che leggere con un e-book reader non fa male alla vista, provare per credere! (cit. una miope da più di 4 gradi per occhio, ;-P)

Annunci